Eruzione e numerazione denti decidui: il modo giusto di identificare i denti da latte

Come si chiama l’insieme dei denti decidui presenti in bocca?

DD_dal dentista_ numerazione denti decidui denti da latte 1
L’insieme dei denti presenti in una bocca in un dato momento si definisce “dentatura”. Durante la crescita, avvengono, all’incirca sempre con le stesse modalità e tempistiche, delle trasformazioni dette di permuta dentaria. Il bambino passerà dalla dentatura dei decidui ad una forma mista, per poi giungere alla dentatura permanente.

I decidui sono quindi i primi a formarsi all’interno della bocca, e viene così definita perché è normalmente destinata ad essere completamente persa durante la crescita: si tratta perciò dell’insieme di quelli che si definiscono i “denti da latte”.

La dentatura decidua è costituita da un insieme di 20 elementi dentari da latte. Essi hanno un numero e una dimensione ridotti rispetto ai 32 denti permanenti perché devono distribuirsi in maniera armoniosa all’interno di un’arcata più piccola in partenza. Con la crescita, è normale che i denti da latte vengano a distanziarsi l’uno dall’altro, in modo da creare proprio lo spazio per i denti permanenti. I primi denti permanenti ad erompere sono normalmente i primi molari, i quali escono dietro all’ultimo dente da latte, in uno spazio “vuoto”. I denti da latte, poi, man mano che cadono, vengono sostituiti dai corrispettivi permanenti. Ciò aiuta a capire il perché si parli di dentatura mista.

La dentatura decidua permane all’incirca dai 6 mesi (momento in cui normalmente spuntano i primi denti da latte) ai 6 anni (momento in cui di solito compare il primo molare inferiore permanente), mentre la fase mista si protrae fino ai 12 anni, età alla quale dovrebbero rimanere in arcata solo denti permanenti. Delle variazioni su questi termini sono naturalmente tollerate, e devono essere monitorate dall’odontoiatra di riferimento.

Numerazione denti da latte: ecco come riconoscerli!

I 20 elementi sono divisi ovviamente in 2 arcate (superiore e inferiore) da 10 denti ciascuno. Ogni arcata comprende: 4 incisivi, 2 canini e 4 molari. Non esistono perciò premolari decidui.

Ogni dente si indica con un numero di 2 cifre. Per capire la numerazione denti, bisogna osservare la bocca dal davanti, suddividendo ogni arcata in 2 emiarcate tramite una linea passante tra i 2 incisivi centrali. Partendo dall’emiarcata superiore destra (in alto a sinistra per chi osserva), la bocca viene divisa in 4 settori, detti settore 5, 6, 7 e 8 in senso orario.DD_dal dentista_ numerazione denti decidui denti da latte

All’interno di ogni emiarcata, ogni elemento si identifica con un numero crescente da 1, dal davanti all’indietro: incisivo centrale 1, incisivo laterale 2, canino 3, primo molare 4, secondo molare 5.

La prima cifra, perciò, indicherà il settore, la seconda l’elemento: l’incisivo centrale superiore destro sarà perciò il 51 (o 5.1), il secondo molare inferiore sinistro il 75 (o 7.5) eccetera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − due =